Dramma nel carcere di Benevento, ancora un suicidio: 27enne si è impiccato nella sua cella

Dramma nel carcere di Benevento, ancora un suicidio: 27enne si è impiccato nella sua cella

Il Garante dei detenuti per la Regione Campania Samuele Ciambriello: “Aveva problemi psichici: quanto successo è scandaloso”


BENEVENTO – Dramma nel carcere di Benevento. Un 27enne è stato trovato morto impiccato nel carcere sannita. Era arrivato sabato scorso dopo un trasferimento da Palermo. La salma del giovane è stata sequestrata e verrà sottoposta ad esame autoptico per cercare di dare risposte a quanto accaduto. Contestualmente, infatti, è stata aperta un’inchiesta affidata al sostituto procuratore Maria Colucci.

E’ il secondo suicidio che si verifica nel carcere di Benevento, una circostanza che ha acceso un importante campanello d’allarme sulle condizioni delle carceri nostrane oltre che per le condizioni del giovane, a quanto pare incompatibili con la detenzione nel penitenziario. La denuncia arriva dal Garante dei detenuti per la Regione Campania Samuele Ciambriello.

“Le persone affette da problemi psichici – dice – devono evitare il carcere. E’ incompatibile perché nel medesimo non vengono adeguatamente curate. Uno scandalo. Non intendo interrogarmi sulle cause che hanno indotto il giovane detenuto, con problemi psichici, a compiere il gesto estremo.

Non intendo farlo né per sfuggire alla disamina attenta ed approfondita del dato né per trattare la triste notizia con superficialità ma semplicemente perché la risposta è ben nota a tutti coloro che sono responsabili di questo ulteriore tragico evento. Solo ed esclusivamente le istituzioni e in primis la politica finta e pavida”.
Quello del 27enne è il settimo suicidio in Campania: in tutta Italia, dall’inizio dell’anno, se ne sono verificati 32.