Era in malattia ma aveva aperto un B&B alle Canarie: dipendente Atac rischia il licenziamento

Era in malattia ma aveva aperto un B&B alle Canarie: dipendente Atac rischia il licenziamento

A tradirla sono state alcune foto dell’attività postate sui social dalla 50enne


ROMA – Aveva aperto un bed and breakfast alle Canarie da oltre un anno. Eppure continuava a percepire lo stipendio dall’Atac in Italia. Per l’azienda di trasporti, infatti, era in malattia. E’ l’assurda storia che arriva dalla Capitale: una 50enne, capostazione dell’azienda di traporti di Roma, rischia ora il licenziamento.

Si è tradita con le sue stesse mani, ‘postando’ cioè delle foto inequivocabili sui social network: il mare, le vacanze, che ora evidentemente le costeranno caro. Secondo una ricostruzione degli inquirenti, la donna si era trasferita in Spagna nel 2020, senza alcuna comunicazione all’azienda. Ed anzi aveva aperto questo B&B peraltro piuttosto pubblicizzato online.

Dopo aver notato le foto, la direzione del personale dell’azienda di trasporti ha immediatamente avviato un’indagine scoprendo che i documenti che la donna aveva prodotto per andare in malattia erano in realtà falsi. Ora, tra le conseguenze a cui potrebbe andare incontro, anche il licenziamento, considerando il divieto del doppio lavoro inserito nel regolamento Atac.