Gennaro ucciso a Caserta, la dichiarazione dell’assassino: “Chiedo scusa alla famiglia, non volevo ucciderlo”

Gennaro ucciso a Caserta, la dichiarazione dell’assassino: “Chiedo scusa alla famiglia, non volevo ucciderlo”

I funerali del 18enne sono previsti per venerdì


CASERTA – “Sono dispiaciuto per quanto successo e chiedo scusa alla famiglia di Gennaro. Non avevo alcuna intenzione di ucciderlo”, questo quanto dichiarato da Gabriel Ippolito, il 19enne che ha ucciso con una coltellata Gennaro Leone a Caserta la notte del 29 agosto.

Una dichiarazione breve e spontanea, resa davanti al Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere nel corso dell’udienza per la convalida del fermo per l’omicidio del pugile di 18 anni. Il 19enne di Caivano è accusato di omicidio volontario aggravato dai futili motivi. I due giovani frequentavano lo stesso istituto superiore e pare che tra i due non ci siano mai stati problemi. Ancora non è stato trovato il coltello e resta sconosciuto il movente della lite. Oggi è stata effettuata l’autopsia sul corpo del 18enne Leone, e i funerali sono previsti per venerdì.