Napoli, il caso ‘Gratta&Vinci’, il tabaccaio confessa e si pente: “Chiedo perdono alla signora”

Napoli, il caso ‘Gratta&Vinci’, il tabaccaio confessa e si pente: “Chiedo perdono alla signora”

A comunicarlo è stato l’avvocato difensore di Gaetano Scutellaro


NAPOLI – Iniziano ad essere via via più chiari i contorni della vicenda relativa al Gratta&Vinci sottratto nel quartiere Materdei di Napoli. Gaetano Scutellaro, il tabaccaio 57enne, si è pentito e ha chiesto scusa alla 69enne a cui aveva sottratto il biglietto dal valore di 500mila euro. E’ stato il legale dell’uomo Vincenzo Strazzullo a confermarlo.

“Ha capito di avere sbagliato – ha detto l’avvocato – è pentito e si è scusato con tutti per quello che ha fatto: in lacrime ha chiesto perdono all’anziana signora”. Il 57enne, sottoposto a fermo dalla Procura di Napoli, si trova al momento nel carcere di Santa Maria Capua Vetere con l’accusa di furto pluriaggravato e di tentata estorsione nei confronti della legittima proprietaria del tagliando vincente.