Pozzuoli, ‘pizzo’ al cantiere nautico in nome del clan Longobardi-Beneduce: un arresto

Pozzuoli, ‘pizzo’ al cantiere nautico in nome del clan Longobardi-Beneduce: un arresto

Il provvedimento è scaturito dopo l’arresto di altre 3 persone, per i medesimi fatti, lo scorso 18 giugno


POZZUOLI – Il 23 settembre 2021, presso il carcere di Napoli – Poggioreale, i carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico e della Compagnia di Pozzuoli hanno dato esecuzione a una misura cautelare in carcere – emessa dalla XII Sezione Penale del Tribunale di Napoli su appello proposto della locale Direzione Distrettuale Antimafia – nei confronti di un indagato gravemente indiziato del reato di estorsione – aggravato dal metodo mafioso – nei confronti del titolare di un cantiere nautico di Licola di Pozzuoli.
Il provvedimento scaturisce dall’Appello proposto dalla Direzione Distrettuale di Napoli avverso l’ordinanza di applicazione di misura cautelare che il 18 giugno scorso aveva portato all’arresto per i medesimi fatti, di ulteriori 3 soggetti, tutti vicini ad ambienti legati al clan “Longobardi-Beneduce”.