Puzza nel giuglianese, conclusa riunione in Prefettura: “Voleranno droni con termocamere per rilevare fuoriuscite di gas”

Puzza nel giuglianese, conclusa riunione in Prefettura: “Voleranno droni con termocamere per rilevare fuoriuscite di gas”

Al tavolo il sindaco di Giugliano, il vice sindaco di Qualiano e i più alti rappresentanti delle forze dell’ordine sul territorio

@Armando Di Nardo

NAPOLI – Nel pomeriggio odierno, su impulso del Prefetto di Napoli, Marco Valentini, l’Incaricato del Ministro dell’Interno per il contrasto dei roghi di rifiuti nella Regione Campania dott. Filippo Romano, con la dott.ssa Stefania Rodà, dirigente dell’Area V, ha presieduto un incontro di approfondimento sulle cause dei miasmi che nei giorni scorsi, soprattutto nelle ore notturne, hanno interessato l’area a nord del capoluogo.

Alla riunione hanno partecipato il Sindaco di Giugliano in Campania, dott. Nicola Pirozzi, il Vicesindaco di Qualiano, dott. Domenico Di Domenico, il dott. Dario Mirella per l’ARPAC, il dott. Gaetano Rinaldi per la Questura, il Capitano Andrea Coratza per il Comando Prov.le Carabinieri, il Ten. Col. Michele Doronzo per la Guardia di Finanza, l’Arch. Domenico Caputo per il Comando Prov.le dei vigili del fuoco.

Fermi restando gli accertamenti giudiziari in corso, ai quali stanno lavorando le forze di polizia sotto il coordinamento della Procura di Napoli Nord, nella riunione è stata esaminata la problematica connessa al fenomeno e l’individuazione delle cause, anche per i profili di sicurezza pubblica.

In particolare, l’ARPAC ha riferito di aver avviato da tempo la realizzazione di un sistema di monitoraggio delle emissioni odorifere, in via di completamento, costituito da strumentazioni e procedure all’avanguardia per la misurazione della qualità dell’aria attraverso centraline di campionamento, alcune delle quali già installate ed operative. Sarà inoltre diffusa una app per la segnalazione sistematica e la geolocalizzazione dei miasmi con la partecipazione attiva della popolazione.

Il Comando dei vigili del fuoco, nell’immediatezza, procederà ad appositi sorvoli con i droni dotati di termocamere, al fine di verificare eventuali fughe di gas odorigeni dalle ex discariche e dai depositi di rifiuti presenti sul territorio.

Resta alta, in ogni caso, l’attenzione delle Forze di polizia che è ai massimi livelli di vigilanza, con particolare riferimento alle infrastrutture e agli impianti che potenzialmente possono produrre i miasmi.

Saranno tenuti ulteriori incontri di monitoraggio della situazione presso la Prefettura di Napoli.