Puzza nel Giuglianese, da domani a Qualiano una stazione per il monitoraggio dell’aria

Puzza nel Giuglianese, da domani a Qualiano una stazione per il monitoraggio dell’aria

L’annuncio del sindaco De Leonardis che ha confermato che i controlli di Arpac e carabinieri proseguiranno senza sosta


GIUGLIANO/QUALIANO – Arriva la centralina mobile dell’Arpac. E’ il risultato delle tante segnalazioni fatte in questi giorni di un’aria irrespirabile nell’aria giuglianese ma anche delle sollecitazioni del sindaco di Qualiano Raffaele De Leonardis. E’ stato lo stesso primo cittadino qualianese a sottolineare questa importante novità.
“A seguito di una nostra richiesta – ha detto – oggi al Comune si è tenuta una riunione in cui erano presenti – oltre alla giunta comunale – i dirigenti dell’Arpac, il capitano dei carabinieri della compagnia di Giugliano ed il comandante della stazione dei carabinieri di Qualiano. Oggetto dell’incontro era, ovviamente, la puzza nauseabonda che di sera interessa tutta l’area giuglianese intossicando l’aria anche del comune di Qualiano.
I carabinieri – con i quali c’è stato sempre un costante confronto – ci hanno garantito che la questione è sotto la loro attenzione e che ci sono indagini ben avviate in corso.
All’Arpac abbiamo chiesto una stazione per il monitoraggio della qualità dell’aria sul nostro territorio per capire quali siano le sostanze che vengono sprigionate da questa puzza. Già domani la stazione mobile verrà posizionata all’interno dell’isola ecologica di Qualiano, sulla circumvallazione esterna, a poche centinaia di metri in linea d’aria dalla zona ASI”.
“In questi giorni – ha concluso – squadre di tecnici dell’ARPAC, in sinergia con le forze di polizia presenti sul territorio interessato, continueranno con ispezioni mirate presso impianti/siti (sia pubblici che privati) e inoltre a indagini di tipo conoscitivo sul territorio, al fine di caratterizzare il fenomeno in maniera più approfondita.
Ringrazio per il celere riscontro l’Arpac che ha immediatamente accolto le nostre richieste”.