Qualiano, grande successo per il 2° Memorial “G. Corradino”. Premiate le eccellenze qualianesi

Qualiano, grande successo per il 2° Memorial “G. Corradino”. Premiate le eccellenze qualianesi

La serata ha visto salire sul palco ben nove artisti introdotti dal Presidente della Pro loco Qualiano, Davide Morgera


La Pro Loco Qualiano, con il Patrocinio del Comune di Qualiano, ha riproposto quest’anno il Memorial “G. Corradino”, giunto alla seconda edizione ed interrotto per causa di forza maggiore l’anno scorso.

Una manifestazione che, da quando è nata, intende mettere in luce i talenti della Qualiano musicale nel ricordo del Maestro “Punny”, un vero e proprio ‘genius loci’ che tanto ha fatto per la cittadina a nord di Napoli.

La serata, svoltasi nel rispetto delle norme anti-covid ed in un clima disteso e molto partecipativo, ha visto salire sul palco ben nove artisti introdotti dal Presidente della Pro loco Qualiano, Davide Morgera.

L’evento si è aperto con un doppio filmato, il ricordo di Giuseppe Corradino  fatto da Mila Siervo, la giovanissima (oggi affermata cantante) ragazza che tanti anni fa incise il disco “Qualiano mia” con le musiche del Maestro e uno spezzone della famosissima danza greca, il sirtaki, in onore delle origini del Corradino.

Sul palco si sono alternati tutti talenti locali, tranne Le Luci di Jack, originari di Giugliano, e gli applausi scroscianti del numeroso pubblico, tra un brano e l’altro, hanno sancito l’ottimo livello della manifestazione.

Si sono esibiti, quindi, Tommaso Salzano, le coppie Anna e Dario Cibelli e Rosa e Benito Granata, il quartetto delle Immanence, Ornella Cacciapuoti e Marco Russo, il trio di rapper Beatmas, Otruf e J. Loren, il quintetto rock delle Luci di Jack ed infine i Pendagli da Forca, cover band di Edoardo Bennato.

Nel mezzo, come ‘special guest’, c’è stato l’intervento dei figli di Corradino, Iolanda e Stefano, che hanno offerto una struggente versione di “Vedrai vedrai” di Tenco.

Nel corso della serata l’Amministrazione Comunale ha premiato, in quanto eccellenze del territorio, persone distintesi nel proprio lavoro e per la solidarietà mostrata verso gli altri, l’infermiera Fabiola D’Orsi, lo speaker Fabio Cortisi, il dottor Gennaro Carandente ed il poeta-muratore Antonio Cipolletta.

Assente giustificato l’ambasciatore Ugo Ferrero, del quale è stata letta solo la motivazione. L’evento si è concluso con un doppio bis finale dove tutti i musicisti, dopo essere stati premiati, hanno cantato insieme coinvolgendo il pubblico fino a tarda sera con “Il pescatore” di De Andrè e “Napule è” di Pino Daniele.

articolo di : Antonella Panico