Rapporti tra camorra, politica e imprenditori: 12 indagati, tra loro ex sindaco e primario del Cardarelli

Rapporti tra camorra, politica e imprenditori: 12 indagati, tra loro ex sindaco e primario del Cardarelli

L’’indagine si è avvalsa delle dichiarazioni del collaboratore di giustizia Francesco Zagaria, imprenditore organico ai Casalesi, che ha raccontato del sostegno elettorale ricevuto dagli ex amministratori locali in cambio di appalti concessi ad imprenditori legati al clan


CAPUA/NAPOLI – La Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli ha chiuso le indagini per l’inchiesta “Money for nothing” su politica, imprenditoria e camorra a Capua. Tra i 12 indagati per i quali potrebbe profilarsi ora un processo c’è Carmine Antropoli, ex sindaco di Capua e primario del Cardarelli di Napoli.

Con Antropoli, già sotto processo per associazione camorristica, sono coinvolti nell’indagine anche gli ex consiglieri comunali Marco Ricci e Guido Taglialatela. L’indagine si è avvalsa delle dichiarazioni del collaboratore di giustizia Francesco Zagaria, imprenditore organico ai Casalesi, che ha raccontato del sostegno elettorale ricevuto dagli ex amministratori locali in cambio di appalti concessi ad imprenditori legati al clan, in particolare alla famiglie Schiavone e Zagaria.

Antropoli risultò in questo secondo filone indagato a piede libero per abuso d’ufficio e turbativa d’asta. Questo l’elenco dei 12 indagati: Francesco Verazzo, Giuseppe Verazzo, Domenico Pagano, Domenico Farina, Francesco Greco, Andrea D’Alessandro, Carmine Antropoli, Marco Ricci, Guido Taglialatela, Luca Diana, Alfredo Maria Cenviti e Francesco Zagaria.