Samuele, morto dopo la caduta dal balcone: il fermato per omicidio sarebbe il domestico

Samuele, morto dopo la caduta dal balcone: il fermato per omicidio sarebbe il domestico

Dopo aver ascoltato i familiari del piccolo, pare ci fosse in casa ieri anche il collaboratore domestico. Pare abbia problemi psichici


NAPOLI –  Svolta nelle indagini relative alla morte del piccolo Samuele Gargiulo, deceduto dopo essere caduto dal balcone di casa in Via Foria a Napoli ieri mattina.

La Polizia ha ascoltato i familiari del piccolo ed in particolare la madre. E’ emerso dagli interrogatori che in casa con la mamma ed il piccolo ci fosse anche il domestico della famiglia che pare abbia problemi psichici.

Questa mattina la polizia ha sottoposto a fermo proprio il collaboratore, Mariano Cannio, 38enne, indiziato gravemente dell’omicidio del bambino.

L’ipotesi maggiormente accreditata fin a questo momento era di una caduta accidentale dal balcone.

LEGGI ANCHE:

https://www.ilmeridianonews.it/2021/09/la-tragedia-di-samuele-caduto-dal-balcone-a-napoli-38enne-accusato-di-omicidio/

SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI