Scoperta horror dei carabinieri: uomo sbranato in casa dai suoi cani che si sono nutriti col suo cadavere

Scoperta horror dei carabinieri: uomo sbranato in casa dai suoi cani che si sono nutriti col suo cadavere

In casa con lui c’erano cinque cani: due boxer e tre meticci


La Procura di Treviso ha aperto un’inchiesta sulla morte di un 56enne, P.G., il cui cadavere è stato rinvenuto nel pomeriggio di oggi, 2 settembre, all’interno della sua abitazione di via del Fante, a Vittorio Veneto.

Sul corpo i segni dei morsi

Sulla salma sono state ritrovate delle ferite, alcune profonde, causate da morsi: a provocarli sarebbero stati, secondo un primo esame esterno della salma, i cinque cani (due Boxer e tre meticci) dell’uomo. Il 56enne, secondo una prima ipotesi, sarebbe morto a causa di un malore una decina di giorni fa e gli animali, rinchiusi con il cadavere e senza nessuna possibilità di procacciarsi del cibo, ne avrebbero così fatto scempio.

L’allarme lanciato dalla sorella dell’uomo

A dare l’allarme e a portare la luce questa vicenda dalle forti tinte horror era stata la sorella, preoccupata perché da qualche tempo non riusciva a mettersi in contatto con lui. Una volta aperta la porta di casa, con l’aiuto dei vigili del fuoco, la triste scoperta. Sulla vicenda la Procura di Treviso ha aperto un fascicolo. Sarà svolta un’autopsia per fugare ogni dubbio.