Skipper 29enne morta in barca a Marina di Stabia: la Procura notifica tre avvisi di garanzia

Skipper 29enne morta in barca a Marina di Stabia: la Procura notifica tre avvisi di garanzia

Giulia Maccaroni è morta mentre dormiva a seguito del rogo sviluppatosi all’interno dell’imbarcazione


CASTELLAMMARE DI STABIA – Tre avvisi di garanzia. Sono quelli che la Procura di Torre Annunziata ha notificato nei confronti dei responsabili della sicurezza del veliero, quali il comandante, l’armatore e la società di noleggio, a seguito della morte della skipper 29enne Giulia Maccaroni.

Le indagini si muovono sull’accusa di omicidio colposo. La giovane sarebbe morta infatti dopo aver respirato per circa mezz’ora il fumo prodotto dal bruciare di resina, plastica e legno all’interno dell’imbarcazione. Secondo quanto è emerso fino dalle indagini condotte dagli uomini della Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia, coordinati dal comandante Achille Selleri, ci sarebbe stato un corto circuito all’interno della barca, che potrebbe avere innescato il rogo.

Forse, però, la tragedia poteva essere evitata. Ed è su quello che gli inquirenti continuano ad indagare per accertare eventuali responsabilità