Spacciava ai domiciliari, arrestato dopo una segnalazione: la droga nascosta in una Madonnina

Spacciava ai domiciliari, arrestato dopo una segnalazione: la droga nascosta in una Madonnina

Nella sua abitazione, dopo una perquisizione, trovati oltre 30 grammi tra marijuana e hashish


POMPEI – Aveva continuato a spacciare droga nonostante fosse ai domiciliari. Per questo, stamattina, è stato arrestato. Sono stati gli agenti del Commissariato di Polizia di Pompei ad eseguire l’operazione in esecuzione di un’ordinanza applicativa della misura cautelare della custodia in carcere emessa dal Gip di Torre Annunziata su richiesta della Procura della Repubblica.

In manette è finito A.D.M. in quanto gravemente indiziato del reato di spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare, nella tarda mattinata del 3 luglio scorso, a seguito di segnalazione anonima relativa alla possibile consegna di droga presso l’abitazione dell’arrestato, residente a Pompei e già agli arresti domiciliari per droga e per altri reati, gli agenti effettuavano una perquisizione personale e domiciliare finalizzata a dare riscontro a quanto segnalato.

In pochi minuti la segnalazione si rivelò esatta. Nell’abitazione dell’uomo, nascosti in una madonnina di gesso, venivano infatti trovati 20.85 grammi di marijuana e 10.15 grammi di hashish. L’attività di indagine permetteva così di raccogliere gravi indizi di colpevolezza di A.D.M. che, secondo gli inquirenti, aveva continuato a gestire la sua piazza di spaccio senza sosta nonostante i domiciliari. Da qui l’arresto e il trasferimento in carcere.