Tabaccaio in fuga con gratta e vinci, è ancora giallo sulla vicenda: “Non l’ho rubato, è mio”

Tabaccaio in fuga con gratta e vinci, è ancora giallo sulla vicenda: “Non l’ho rubato, è mio”

L’uomo ha raccontato che sarebbe stata la donna ad averglielo rubato e per questo aveva intenzione di denunciarla


NAPOLI – Il tabaccaio napoletano denunciato per aver rubato un gratta e vinci da 500mila euro è stato fermato ieri all’aeroporto di Fiumicino. Una volta rintracciato e bloccato,secondo il quotidiano “Il Mattino”, Gaetano Scotellaro avrebbe riferito agli agenti un’altra versione dei fatti: “Il biglietto è mio”. Insomma, il gratta e vinci rubato rischia di diventare conteso.

Secondo quanto raccontato dal tabaccaio 57enne, che nel momento in cui è stato fermato non era in possesso del biglietto, era stata l’anziana ad averglielo rubato e per questo, avrebbe detto agli agenti, aveva intenzione di querelare la donna. La versione dell’uomo però, al momento, non trova immediati riscontri nei primi elementi raccolti dai Carabinieri, al contrario, dalle telecamere di sicurezza della tabaccheria, si vede perfettamente la donna consegnare i due tagliandi che aveva giocato. Il primo era risultato non vincente, per il secondo invece la cifra era considerata troppo alta per essere riscossa in una tabaccheria.  È a quel punto che il fidanzato della figlia di Scutellaro, che stava facendo il controllo, ha passato il tagliando vincente all’uomo che subito dopo avrebbe indossato il casco per sparire con il suo scooter.