Terra dei fuochi, scoperta falegnameria abusiva nel Casertano: sequestrata area di 650 metri quadrati

Terra dei fuochi, scoperta falegnameria abusiva nel Casertano: sequestrata area di 650 metri quadrati

Controlli interforze senza sosta in tutta la provincia di Napoli e di Caserta


NAPOLI/CASERTA – Continuano senza sosta i controlli interforze nel contrasto al fenomeno della Terra dei Fuochi. Ieri nel Comune di Parete, in provincia di Caserta,  un equipaggio dell’Esercito Italiano congiuntamente ad una pattuglia della Polizia Municipale, effettuavano controlli presso una falegnameria risultata abusiva. Al termine delle verifiche venivano identificate 3 persone, di cui una denunciata, e sequestrata un’area di 650 Mq. In seguito i militari effettuavano controlli su aree di sversamento rifiuti, al termine dei quali venivano comminate sanzioni per un totale di 600 euro.

Un’attività ampia quella condotta da militari e forze dell’ordine in un territorio piuttosto vasto che comprende tutta la provincia di Napoli e Caserta, da sempre travolta da roghi tossici e sversamenti illeciti di rifiuti.

Nell’ambito delle attività di repressione e prevenzione dell’abbandono illecito di rifiuti provenienti da utenze domestiche, industriali e agricole, mirate anche alle discariche abusive il Raggruppamento “Campania” dell’Esercito Italiano su base Reggimento Cavalleggeri “Guide” (19°), secondo le direttive  stabilite dall’Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi nella regione Campania nell’ambito della “Terra dei Fuochi” ha svolto un’operazione di controllo straordinario contro lo smaltimento illecito e sulla prevenzione di roghi industriali, artigianali e commerciali nei comuni di Cicciano, Sant’Antimo, Parete, Orta d’Atella, Quarto, Grumo Nevano e Castel Volturno.

Le attività di controllo e la ricerca informativa degli obbiettivi vedono impiegato l’assetto RAVEN (droni dell’Esercito italiano specializzati nella ricerca informativa) con  sorvoli aerei a supporto delle attività operative sul terreno nell’individuare aree destinate a sversamenti illeciti e possibili attività riconducibili.   A tal proposito gli obbiettivi, segnalati in fase di coordinamento in seguito ad una analisi delle immagini per il completamento delle informazioni, hanno portato al conseguimento di risultati operativi.

Nella giornata del 27 settembre, equipaggi dell’Esercito Italiano congiuntamente a pattuglie  della Polizia Municipale di Cicciano, Sant’Antimo, Parete e Orta d’Atella, effettuavano posti di controllo su strada nei rispettivi comuni.

Nello specifico:

  • Cicciano (Na): 1 pattuglia dell’Esercito Italiano congiuntamente a 1 pattuglia della Polizia Municipale di Cicciano (Na), effettuavano posti di controllo realizzando i seguenti risultati:  20 persone identificate di cui 2 sanzionate, 20 veicoli controllati di cui 1 sequestrato, sanzioni comminate per un totale di euro 1276,00.
  •    Sant’Antimo (Na): 1 pattuglia dell’Esercito Italiano congiuntamente a 1 pattuglia della Polizia Municipale di Sant’Antimo (Na), effettuavano posti di controllo realizzando i seguenti risultati:  5 persone identificate, 5 veicoli controllati.
  • Parete (Ce): 1 pattuglia dell’Esercito Italiano congiuntamente a 1 pattuglia della Polizia Municipale di Parete (Ce),effettuavano un controllo del territorio.
  • Orta d’Atella: 1 pattuglia dell’Esercito Italiano congiuntamente a 1 pattuglia della Polizia Municipale di Orta d’Atella (Ce), effettuavano posti di controllo realizzando i seguenti risultati:  14 persone identificate, di cui 04 sanzionate, 14 veicoli controllati, sanzioni comminate per un totale di euro 1000,00.