Accusa una coppia di giovani di avergli rubato il cellulare: 20enne ucciso a coltellate

Accusa una coppia di giovani di avergli rubato il cellulare: 20enne ucciso a coltellate

Il litigio è andato avanti ed è degenerato in rissa, poi il giovane è stato colpita allo stomaco ed è deceduto in ospedale


MANTOVA – A Mantova una rissa finisce in tragedia: un ragazzo di 20 anni residente nel bresciano di origini ghanesi è morto dopo un alterco con due coetanei stranieri davanti alla stazione, avvenuta ieri sera intorno alle 22. Secondo le prime testimonianze sembra che la vittima avesse accusato due coetanei di avergli rubato il cellulare: ma la discussione è degenerata. All’improvviso è apparso un coltello e il ventenne si è accasciato a terra mentre gli altri due fuggivano. Il ragazzo è stato portato all’ospedale Carlo Poma dove è morto stamattina.

 La ricostruzione
I ragazzi si trovavano – secondo alcuni testimoni – in un locale davanti alla stazione ferroviaria di piazza Don Leoni. Il ventenne avrebbe accusato la coppia di giovani del furto del telefono, chiedendo anche l’intervento della polizia. Il litigio però è andato avanti e i tre sono venuti alle mani nella zona della pensilina degli autobus, con la rissa che ha svegliato i residenti con bottiglie di vetro rotte e schiamazzi. Alla fine i due ragazzi sono fuggiti inseguiti dal 20enne, che però si teneva lo stomaco e dopo poco è caduto al suolo. Sul posto sono arrivati i carabinieri, la polizia, le ambulanze: sono serviti trenta minuti perché il ferito venisse stabilizzato e potesse essere portato in ospedale dove è poi deceduto questa mattina.

FONTE: ILMESSAGGERO.IT