“Alto Impatto” nel napoletano, lavoro in nero e mancato rispetto delle norme anti-Covid: le sanzioni

“Alto Impatto” nel napoletano, lavoro in nero e mancato rispetto delle norme anti-Covid: le sanzioni

Arrestato anche un soggetto per furto aggravato


TORRE ANNUNZIATA – Continuano senza sosta i controlli dei Carabinieri nella città di Torre Annunziata. I militari della locale compagnia hanno identificato 139 persone e setacciato 87 veicoli. Insieme a personale del Reggimento Campania, del nucleo Elicotteri di Pontecagaano e del Gruppo tutela del lavoro di Napoli hanno battuto le zone della movida e quelle maggiormente frequentate dai più giovani. Via Gino Alfani e lungomare Marconi nel mirino.

Il titolare di una paninoteca è stato denunciato per violazioni alla normativa sul lavoro e per il mancato rispetto del protocollo anti-covid. Tra i camerieri anche un lavoratore “in nero”. Le sanzioni applicate superano i 16mila euro. Numerose altre attività sono state controllate ma non sono state riscontrate irregolarità. Un 68enne del Parco Penniniello, invece, è finito in manette in esecuzione di ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Perugia: sconterà in cella 2 anni e 9 mesi di reclusione per furto aggravato. Non sono mancati i controlli alla circolazione stradale: 25 le multe comminate, 3 le patenti di guida ritirate.  I controlli continueranno anche questo weekend.