Camorra, pizzo e aggressione ad un imprenditore: arrestati 2 del clan Frizziero

Camorra, pizzo e aggressione ad un imprenditore: arrestati 2 del clan Frizziero

Il titolare di una ditta di materiale elettronico era stato malmenato per aver rifiutato di pagare


Gli agenti della Questura di Napoli si fermano in memoria di Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, i due poliziotti uccisi a Trieste, 7 Ottobre 2019 ANSA/CESARE ABBATE

NAPOLI – Il personale della Squadra Mobile e del Commissariato di San Paolo ha dato esecuzione ad un decreto di fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura della Repubblica di Napoli – Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di FRIZZIERO Mariano, nato a Napoli il 18.12.1978 e FRIZZIERO Alvino, nato a Napoli in data 8.02.1983, gravemente indiziati dei reati di estorsione continuata e lesioni, aggravati dal metodo mafioso.

L’attività investigativa ha origine dalla denuncia presentata dal titolare di una ditta di materiale elettronico, in merito alle richieste estorsive perpetrate da parte dei predetti indagati, i quali in data 28 settembre u.s., dopo l’ennesima richiesta, avrebbero aggredito il denunciante presso la sede della sua attività commerciale, causandogli lesioni giudicate guaribili in giorni 15.

Il provvedimento precautelare adottato dalla Procura sarà ritualmente sottoposto al vaglio del competente Giudice.