Campania, 141 comuni chiamati al voto: l’elenco completo

Campania, 141 comuni chiamati al voto: l’elenco completo

I seggi saranno aperti dalle 7:00 alle 23:00 mentre lunedì si potrà votare dalle 7:00 alle 15:00


CAMPANIA – Sono 141 i Comuni della Campania chiamati al voto domenica 3 e lunedì 4 ottobre per le elezioni dei sindaci e il rinnovo dei consigli comunali. Al voto anche i capoluoghi di provincia di Benevento, Napoli, Caserta e Salerno. Le votazioni si terranno oggi e domani

In provincia di Napoli: Afragola, Arzano, Melito, Frattaminore, Gragnano, San Sebastiano al Vesuvio, Vico Equense, Volla, Agerola, Castello di Cisterna, Camposano, Boscotrecase, Serrara Fontana, Massa di Somma, Piano di Sorrento.

Mentre in provincia di  Caserta sono ben 31 i comuni, dove i cittadini sono chiamati alle urne per il rinnovo del consiglio comunale. Tra di essi quelli di Parete, San Marcellino, Succivo, Villa di Briano, Villa Literno, Pignataro Maggiore, San Prisco, San Tammaro, San Marco Evangelista, Sessa Aurunca, Sparanise.

In provincia di Avellino sono 33, tra cui Serino, Sperone, Bagnoli Irpino, Calabritto, Lioni Lauro. Nel beneventano sono 20. Tra i più importanti San Giorgio del Sannio, Solopaca e Cerreto Sannita. In provincia di Salerno, infine, sono 40 i comuni alle urne. Tra di essi Eboli, Battipaglia, Castellabate, Padula, Ogliastro Cilento, Vallo della Lucania, Vibonati, Altavilla Silentina, Pollica, Giffoni Valle Piana.

Come si vota

Si vota domenica 3 ottobre e lunedì 4 ottobre. I seggi saranno aperti dalle 7:00 alle 23:00 mentre lunedì si potrà votare dalle 7:00 alle 15:00. Le operazioni di scrutinio avranno inizio subito dopo la chiusura delle urne. Per le elezioni amministrative possono votare tutte le persone iscritte nelle liste elettorali di ciascun comune che abbiano compiuto il 18esimo anno di età entro domenica 3 ottobre 2021.

Per votare (almeno il 3 e 4 ottobre) non sarà necessario il green pass. La cosa cambierà per il secondo turno: a partire dal 15 ottobre, invece, il green pass sarà obbligatorio per tutti i lavoratori e i componenti del seggio – in quanto assimilati ai dipendenti pubblici – dovranno essere in possesso del certificato verde.