Carmen uccisa a coltellate a 44 anni, le amiche: “Non lo conosceva, poteva essere una strage”

Carmen uccisa a coltellate a 44 anni, le amiche: “Non lo conosceva, poteva essere una strage”

“Colpiva tutte nello stesso punto, sulla schiena subito sotto al collo. Sembrava un film horror. Poteva essere una strage”, le parole della barista


TORINO – Carmen De Giorgi aveva 44 anni quando è stata uccisa a coltellate, durante la notte tra lunedì e martedì, mentre si trovava in un bar con delle amiche. L’ennesimo femminicidio si è consumato tra i tavolini del bar ‘Primavera’, nel torinese, dove Carmen trascorreva la serata in modo tranquillo, ha rifiutato le avances di un uomo, Hounaifi Mehdi, 34enne, per lei un completo sconosciuto, e per questo è stata colpita più volte alle spalle con un coltello con una lama lunga 30cm.

Nel bar oltre alla vittima c’erano sei clienti e due sue amiche, Simona e Loriana, nipote e figlia dei proprietari. Hounafi Mehdi era seduto in un tavolino accanto al gruppetto di amiche. “Mai visto. Non lo conoscevamo – racconta Simona, una delle amiche della vittima, che inutilmente ha provato a rianimare la donna – Ha iniziato ad offrirci da bere. Lui e Carmen si sono messi da una parte, ridevano e scherzavano. Poi lei ha fatto capire di volere andare via e lui ha estratto il coltello”.

Poco dopo si è scagliato contro le amiche, ferendole. “Colpiva tutte nello stesso punto, sulla schiena subito sotto al collo. Sembrava un film horror. Poteva essere una strage”, le parole della barista. L’omicida è stato intercettato a pochi metri di distanza dal locale dai Carabinieri: “Ci sono dei problemi nel bar”, avrebbe detto prima di chiudersi nel silenzio.

La vittima, Carmen De Giorgi, 44anni, lavorava nella fabbrica di acque minerali Sparea. Separata, lascia una figlia di 17 anni.