Cassa integrazione Covid non si ferma, c’è la proroga fino al 31 dicembre

Cassa integrazione Covid non si ferma, c’è la proroga fino al 31 dicembre

Lo ha stabilito il Consiglio dei ministri, che ha deciso di rifinanziare gli ammortizzatori sociali per rimandare l’impatto della fine del blocco dei licenziamenti


ITALIA – La cassa integrazione Covid non si ferma, ma viene prorogata fino al prossimo 31 dicembre 2021. Lo ha stabilito il Consiglio dei ministri, che ha deciso di rifinanziare gli ammortizzatori sociali per rimandare l’impatto della fine del blocco dei licenziamenti.

Il Decreto fiscale concede dunque 13 nuove settimane (tante sono quelle per arrivare fino al 31 dicembre 2021) nel testo pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 21 ottobre. Nove le settimane, invece, a disposizione del settore tessile-moda. La norma è stata voluta dal ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

In questo periodo di tempo, non sarà applicato alcun contributo addizionale per quanti hanno esaurito la loro disponibilità a ottobre.

I datori di lavoro costretti a sospendere o a ridurre l’attività lavorativa per eventi riconducibili alla pandemia di Covid-19 potranno dunque presentare domanda di assegno ordinario e di cassa integrazione salariale in deroga per una durata massima di 13 settimane, nel periodo tra il 1° ottobre e il 31 dicembre 2021.

FONTE SKYTG24