Choc al supermercato, bambino trovato morto: fasciatoio e tracce di sangue nel casolare

Choc al supermercato, bambino trovato morto: fasciatoio e tracce di sangue nel casolare

Tra le ipotesi quella che il bambino possa essere stato ferito nello stabile e poi portato nel negozio


PERUGIA – Bambino di 2 anni con ferite di arma da taglio sul corpo, lasciato sul nastro trasportatore del supermercato: fermata la mamma. Proseguono le indagini dei carabinieri su quanto accaduto nel primo pomeriggio di ieri in un supermercato di Città della Pieve a Perugia. Secondo una prima ricostruzione, ancora non confermata, la donna sarebbe entrata all’interno del supermercato e avrebbe lasciato il bambino, già morto, lì. La donna è rimasta all’esterno della struttura e all’arrivo dei militari è stata bloccata, sul posto anche i soccorsi ma per lui non c’è stato nulla da fare. Non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

Intanto i militari con il supporto della scientifica hanno avviato i rilievi per ricostruire l’esatta dinamica. L’area all’esterno del supermercato è stata transennata, ritrovato il passeggino con alcune tracce di sangue. Elemento al vaglio degli inquirenti anche il casolare di fronte al supermercato, qui sono stati effettuati diversi rilievi che hanno portato alla scoperta di un coltello, di un fasciatoio e macchie di sangue sul muro. Tra le ipotesi quella che il bambino possa essere stato ferito nello o davanti allo stabile e poi portato nel negozio.

LEGGI ANCHE

 

Bimbo trovato morto con ferite da taglio nel supermercato: fermata la madre per omicidio