Controlli della movida a Pompei: non rispettano l’obbligo di dilazionare l’ingresso dei clienti, sanzionati 2 locali

Controlli della movida a Pompei: non rispettano l’obbligo di dilazionare l’ingresso dei clienti, sanzionati 2 locali

. Il bilancio complessivo del servizio ha portato a 122 persone identificate e 71 veicoli controllati


POMPEI – I carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata, supportati dai militari del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Napoli e dal Nucleo Elicotteri Carabinieri di Pontecagnano, hanno effettuato a Pompei un servizio di controllo straordinario del territorio disposto dal Comando Provinciale di Napoli. Diversi i controlli nei luoghi di maggiore concentrazione di persone e sulle principali arterie stradali. Nel corso del servizio, i Carabinieri hanno controllato 15 tra esercizi di somministrazione di alimenti e bevande e attività commerciali. Disposta la chiusura di un noto ristorante di via Plinio davanti Parco archeologico. Nell’attività, cui sono state elevate sanzioni per 11mila euro, i carabinieri hanno sorpreso 2 lavoratori c.d. “in nero”.

Controlli mirati anche ai sensi delle vigenti norme anti-contagio. I militari hanno controllato il possesso di green pass da parte degli avventori ed hanno poi sanzionato un noto ristorante giapponese “all you can eat” nei pressi degli Scavi ed una paninoteca di via Roma. I titolari delle 2 attività commerciali non avevano rispettato l’obbligo di dilazionare e limitare gli ingressi dei clienti al coperto. Nel corso di una fitta rete di posti di controllo stradali predisposti intorno a Pompei e nelle adiacenze della movida, i Carabinieri hanno poi sanzionato 8 conducenti per infrazioni al Codice della Strada (guida senza casco e guida di veicoli vietati per neopatentati sono state le infrazioni più riscontrate). 3 sono stati i veicoli sequestrati e 2 le patenti di guida ritirate. Il bilancio complessivo del servizio ha portato a 122 persone identificate e 71 veicoli controllati.