Covid, De Luca: “Innalzamento del tasso di positività, aumento dei contagi”

Covid, De Luca: “Innalzamento del tasso di positività, aumento dei contagi”

“Grazie al gran numero di vaccinati non ha ancora un’incidenza importante sui ricoveri ospedalieri. ma è una situazione che deve farci riflettere”, ha dichiarato De Luca


CAMPANIA – Come ogni settimana il governatore Vincenzo De Luca, ha fatto il punto della situazione riguardo l’emergenza Covid. Come da lui stesso confermato c’è stato un piccolo aumento del tasso di positività che porta ad un innalzamento dei numeri di contagio, ma grazie al gran numero di vaccinati non ha un rilievo molto importante sui ricoveri.

Il governatore ha specificato: “Il dato preoccupante è questo: passiamo da un tasso di positività che due settimana fa era 3,40%, oggi è 4,40%. Cioè il tasso positività è cresciuto di un punto percentuale, questo vuol dire che siamo di fronte ad una tendenza –  seppur lenta –  ad un aumento dei contagi. Grazie a Dio, abbiamo un numero altissimo dei vaccinati, che fortunatamente non ha riportato conseguenze sui numeri ospedalieri”

SCUOLA

La situazione più preoccupante è quella scolastica, infatti durante la diretta ha parlato di quanto successo nella scuola a Qualiano. “Abbiamo avuto un caso più rilevante, quello del focolaio scoppiato in una scuola a Qualiano: qui sono risultati positivi 24 bambini. La scuola è stata chiusa. Ci sono anche 6 positivi nel personale scolastico. Abbiamo fatto il tracciamento, ricostruendo i contatti che hanno avuto i positivi, molto sono risultati negativi ma su quelli positivi abbiamo una percentuale del 60% di persone non vaccinate. Abbiamo ricostruito i contatti molti negativi ma quelli riscontrati positivi, circa il 60% non sono vaccinati”, ha dichiarato il governatore.

“Questo dato deve preoccuparci. Noi abbiamo avuto nel corso dell’anno un grande rigore. Abbiamo cercato di spegnere tutti i focolai che si accendevano nelle scuole. Abbiamo messo in campo una campagna vaccinale per tutti i nostri concittadini. Grazie a questo sforzo abbiamo riaperto tutte le scuole in Campania, ovviamente se rimangono centinaia di persone non vaccinate, è chiaro che noi rischiamo di vedere crescere il contagio e qui da uno o due mesi ci vediamo costretti a chiudere le scuole”, ha concluso il governatore