Esplosione in uno studio dentistico, tre feriti: coinvolta anche una bambina

Esplosione in uno studio dentistico, tre feriti: coinvolta anche una bambina

Tra i feriti il più grave è proprio il dentista che ha riportato ustioni di terzo e secondo grado in diverse parti del corpo


BRESCIA – Esplosione in uno studio dentistico in provincia di Brescia, i fatti sono avvenuti ieri pomeriggio. Sono tre le persone ad aver riportato ustioni di diverso grado, tra loro anche una ragazzina di 14 anni. L’azienda regionale di emergenza urgenza è arrivata sul posto intorno alle 17.

L’esplosine sembrerebbe essere stata causata da un ‘bunsen’, uno strumento di lavoro che sfrutta la potenza dell’induzione per riscaldare la spatola di modellazione e lavorare le cere odontotecniche. Tra i feriti il più grave è proprio il dentista che ha riportato ferite di terzo e secondo grado al volto, al collo, al torace, all’addome e agli arti superiori. Le sue condizioni sono molto gravi.

Coinvolta anche la sua assistente, una donna di 40 anni, che ha riportato ustioni di secondo grado al volto e al torace. Anche una ragazzina di 14 anni ha riportato ustioni di primo grado al volto e ad una mano, per fortuna le ferite sono di lieve entità e le sue condizioni di salute non destano particolare preoccupazione. Sul posto sono intervenute due automediche, tre ambulanze, vigili del fuoco e carabinieri.