G20 a Roma, sgomberato sit-in di protesta vicino alla zona rossa

G20 a Roma, sgomberato sit-in di protesta vicino alla zona rossa

“Se non cambierà bloccheremo la città”, hanno urlato gli attivisti del clima


ROMA – Protesta in mattinata su vua Cristoforo Colombo a Roma. Le forze dell’ordine hanno sgomberato i manifestanti del ‘Climate camp’ che erano seduti sulla corsia centrale bloccando il traffico in direzione centro. Gli attivisti si sono lasciati sollevare di peso facendo resistenza passiva. Liberata la corsia centrale i manifestanti hanno continuato a occupare la corsia laterale, seduti o sdraiati sull’asfalto. “Se non cambierà bloccheremo la città”, hanno urlato gli attivisti del clima. Sul posto blindati e agenti in tenuta anti sommossa.

“La catastrofe arriva, è tempo di agire” e “Da Roma a Glasgow le vostre iniziative sono il problema”: questi alcuni degli slogan scanditi dagli attivisti di Climate Camp, poi partiti in corteo sulla Colombo e diretti al Mite, sempre scortati dalle forze dell’ordine. “Ci dirigiamo al ministero che è l’esempio di quello che non vogliamo. Una transizione ecologicamente finta”, ha detto uno dei manifestanti. “Se non cambierà bloccheremo le città”, hanno urlato i manifestanti. E’ terminata la protesta davanti al Mite degli attivisti del Climate Camp. “Se non cambierà bloccheremo le città” lo slogan intonato dai manifestanti. Alcuni si sono spostati in una rotonda alle spalle dell’edificio, controllati dalle forze dell’ordine.