Giovani uccisi nel napoletano, l’ipotesi choc: scambiati per ladri

Giovani uccisi nel napoletano, l’ipotesi choc: scambiati per ladri

Le due vittime sono due studenti incensurati


ERCOLANO – Con il passare delle ore si fa sempre più consistente l’ipotesi che i due giovani uccisi la notte scorsa in via Marsiglia ad Ercolano siano stati scambiati per ladri e qualcuno abbia aperto il fuoco contro di loro. Le due vittime sono due studenti incensurati. Ieri sera – con molta probabilità- si sono recati ad un campo di calcetto che si trova poco lontano dal luogo della tragedia. Poi sulla strada del ritorno si sarebbero fermati a scambiare due chiacchiere in auto. E qualcuno avrebbe aperto il fuoco contro di loro temendo di trovarsi dinanzi a due ladri. (ANSA).

Una delle ipotesi al vaglio è che siano stati scambiati per due ladri in procinto di compiere un furto. Secondo una prima ricostruzione i due giovani – si tratta di due studenti – erano in una autovettura quando sono stati raggiunti da diversi colpi d’arma da fuoco. La zona dove è avvenuto il fatto – accaduto la scorsa notte intorno all’una – è abbastanza lontana dal centro di Ercolano ed isolata. I carabinieri stanno eseguendo i primi rilievi e stanno lavorando per ricostruire l’esatta dinamica di quanto accaduto. Non si esclude che i due giovani fossero di ritorno da una partita di calcetto o dall’abitazione di alcuni amici. A sparare, secondo quanto si è appreso, come riportato da Il Messaggero,  sarebbe stato il proprietario di una abitazione alla periferia di Ercolano. L’uomo, pare vittima in passato di furti, ha esploso diversi colpi con una pistola detenuta legalmente. La sua posizione è adesso al vaglio degli inquirenti.