Giugliano, Michele Di Nardo torna in libertà: il ras del clan Mallardo ha scontato 10 anni

Giugliano, Michele Di Nardo torna in libertà: il ras del clan Mallardo ha scontato 10 anni

Fu arrestato durante un blitz a Palinuro dove si trovava con la compagna


GIUGLIANO – Torna in libertà Michele Di Nardo, affiliato al clan Mallardo di Giugliano. Espiata dunque la pena di 10 anni di detenzione che gli fu comminata per le accuse di associazione a delinquere di stampo mafioso ed estorsione. A riportare la notizia della scarcerazione è la testata internapoli. Il suo arresto avvenne il 26 agosto del 2013 a Palinuro, risultato di un’indagine accurata fatta di intercettazioni telefoniche e ambientali. Si trovava in Cilento sotto falso nome eppure l’errore di ‘postare’ una foto sui social network che lo ritraeva con la compagna fu la molla che mosse i militari ad intervenire e procedere all’arresto: fu ammanettato mentre si trovava comodamente seduto in un bar. 

Di Nardo, un anno prima, precisamente il 6 giugno 2012, era invece sfuggito al blitz anticamorra che portò all’arresto di 47 suoi complici, per l’esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa su richiesta della procura distrettuale antimafia di Napoli per associazione di tipo mafioso, estorsione e detenzione di armi da guerra.

Su di lui prendevano due ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse nell’aprile 2012. È considerato dagli inquirenti elemento di spicco del clan Mallardo.