Investita in bicicletta da un furgone, Emanuela non ce l’ha fatta: aveva 11 anni

Investita in bicicletta da un furgone, Emanuela non ce l’ha fatta: aveva 11 anni

La ragazzina stava tornando a casa quando è stata travolta


PADOVA – Emanuela non e l’ha fatta, dichiarata la morte celebrale. La ragazzina, 11 anni, è stata investita lunedì sera da un furgone in via Pontarola a Reschigliano di Campodarsego mentre, come riportato di Il Mattino,  attraversava la strada in bicicletta.

Si chiamava Emanuela Brahja ed era nata il 18 dicembre 2009 a Camposampiero,  ma abitava con la famiglia a Campodarsego. La piccola era ricoverata in terapia intensiva pediatrica a Padova, in condizioni disperate. Nella notte hanno avviato iter per la morte cerebrale. Emanuela stava tornando a casa quando è stata travolta da un furgone Mercedes guidato da un 36enne residente nel veneziano. È stato lui il primo a chiamare i soccorsi. Ieri sera c’era stata una veglia di preghiera per la bambina in parrocchia. L’intera comunità di Reschigliano si è stretta al dolore della famiglia.