La settimana azzurra tra la bella vittoria in Europa League e il pari con la Roma condizionato da arbitro e VAR

La settimana azzurra tra la bella vittoria in Europa League e il pari con la Roma condizionato da arbitro e VAR

Le scelte di Massa e Di Bello al centro delle polemiche, Napoli comunque primo con il Milan


Da poco è terminata una settimana di fuoco per il Napoli, che guadagna 4 punti tra Europa e Campionato. Non era facile giovedì battere il Legia Varsavia, che al Maradona ha tenuto duro fino alla mezz’ora della ripresa, quando il Napoli sblocca la partita con un gran Gol del Capitano Lorenzo Insigne, che viene anche proclamato il Gol più bello della Settimana di Europa League. Bel riscatto per il Capitano Azzurro, che in quel Gol ci ha messo tutta la sua tecnica e la sua rabbia. Bella vittoria per il Napoli, che vince 3-0 grazie anche ai gol dei subentrati Osimhen e Politano, contro comunque un Legia che prende solo 1 palo ma si è visto poco dalle parti di Meret. Vittoria che posiziona comunque il Napoli al secondo posto del girone, al pari del Leicester, ma con una migliore differenza reti. Prossima settimana già il ritorno a Varsavia.

Però la partita che ha fatto più discutere tra tutte quelle degli ultimi giorni, è stata Roma-Napoli della 9a giornata di Serie A. Non solo per la partita infuocata tra spalti e panchina, con un Mourinho molto agitato e poi espulso per doppia ammonizione, ma soprattutto per alcune scelte dell’arbitro Massa e del Var Di Bello che proprio non sono piaciute ai tifosi del Napoli.

La partita termina con un pareggio senza reti, la Roma arretrata e chiusa nella sua metà campo per quasi tutta la partita, il Napoli che ha avuto il pieno controllo della gara senza però riuscire a sfondare il muro romanista, tranne che per un palo e poi un gol di Osimhen annullato per fuorigioco. Poi nell’ultima mezz’ora gli Azzurri rischiano un po’ per qualche affondo della Roma, ma nulla di preoccupante.

Quello che invece ha fatto scattare le polemiche, a parte l’espulsione poco chiara di Spalletti a fine gara (che gli è costata un turno di squalifica ed un’ammenda di 5.000 euro), sono state le continue “sviste” da parte di Massa, tra cui 2 clamorosi falli che neanche il Var ha segnalato. Nel primo tempo, il fallo evidentissimo per gioco pericoloso di Abraham su Zielinski, che avrebbe comportato il secondo giallo e quindi l’espulsione dell’attaccante romanista. E poi il fallo in area di rigore di Viña su Anguissa, neanche segnalato dal Var e di cui le immagini non vengono neppure riproposte in Replay da DAZN, che trasmette la partita.

E la cosa sconcertante resta la regola del Var, che pare non debba intervenire quando l’arbitro vede il fallo e non sanziona, ma poi nella partita seguente, cioè Inter-Juve, la stessa dinamica accade ad Alex Sandro che subisce fallo in area di rigore da Dumfries, l’arbitro Mariani decide di lasciar correre, mentre al Var Guida lo richiama al controllo delle immagini. Quindi alla Juve viene assegnato il calcio di rigore (il fallo c’è, nulla da recriminare su questo) e la Juve pareggia a pochi minuti dalla fine della gara. Ma quindi la domanda nasce davvero spontanea: questo Var deve richiamare oppure no l’arbitro, anche quando costui vede il fallo e non lo ritiene sanzionabile? E ancora, il Var è uno strumento che in Italia serve ad aiutare gli arbitri nella gestione della gara o è solo un optional da utilizzare in alcune partite ed in altre no?

È giusto che dopo 4 anni si faccia definitivamente chiarezza su questo Var e anche sulle regole che continuano a riscrivere ogni settimana. Detto questo però, a noi piace parlare di calcio vero e questa settimana il Napoli affronterà 2 gare delicate di campionato: giovedì contro il Bologna al Maradona e domenica a Salerno per il Derby Campano. Due sfide che sulla carta sembrano non preoccupanti, ma che il Napoli dovrà assolutamente portare a casa per non condividere più il primo posto con il Milan, mantenere il distacco dalle inseguitrici e consacrarsi davvero la squadra da battere per il primo posto. E ovviamente noi ci crediamo, sempre con un sogno nel cuore.

#ForzaNapoliSempre