Melito, Mottola sulla refezione scolastica: “Sono a lavoro per tariffe più sostenibili”

Melito, Mottola sulla refezione scolastica: “Sono a lavoro per tariffe più sostenibili”

I commissari prefettizi hanno previsto che l’intero costo del servizio fosse a carico dei cittadini


MELITO – Refezione scolastica: questo è uno dei tanti temi importanti di cui il sindaco di Melito, Luciano Mottola, proverà a dare la risoluzione e risposte a tutte le domande dei cittadini.

Al momento ha fatto sapere ai cittadini che questa mattina si è confrontato con l’ufficio e in sostanza i commissari prefettizi hanno previsto che l’intero costo del servizio fosse a carico dei cittadini. Il sindaco a tal riguardo ha dichiarato: “Sono al lavoro per capire come rivedere questa decisione e tornare eventualmente alle precedenti tariffe, molto più sostenibili per le famiglie; ma per fare questo serve un po’ di tempo per gli adempimenti tecnici e burocratici. Proclamazione degli eletti, nomina della giunta e immediatamente, alla prima riunione utile del governo locale, individuata la soluzione, approveremo la delibera di giunta che possa organizzare un servizio efficiente e con dei costi sostenibili per le famiglie.”

Mottola ha concluso così il suo post d’informazione: “Ci tenevo particolarmente a fornire queste informazioni perché tantissimi cittadini, e non solo a mezzo social, mi hanno chiesto informazioni sulla refezione scolastica. Purtroppo questo accade quando prevalgono gli interessi politici su quelli della città ed è l’ennesima dimostrazione che gli scioglimenti anticipati non servono alla comunità che, al contrario, ha bisogno di continuità amministrativa e tempo a disposizione per programmare e per realizzare servizi efficienti. Comunque, state tranquilli che sono già al lavoro e appena avrò notizie sui tempi vi informerò immediatamente.”

POST DEL SINDACO DI MELITO LUCIANO MOTTOLA

“Molti cittadini mi hanno chiesto notizie sulla mensa scolastica. Questa mattina mi sono confrontato con l’ufficio e in sostanza i commissari prefettizi hanno previsto che l’intero costo del servizio fosse a carico dei cittadini. Sono al lavoro per capire come rivedere questa decisione e tornare eventualmente alle precedenti tariffe, molto più sostenibili per le famiglie; ma per fare questo serve un po’ di tempo per gli adempimenti tecnici e burocratici. Proclamazione degli eletti, nomina della giunta e immediatamente, alla prima riunione utile del governo locale, individuata la soluzione, approveremo la delibera di giunta che possa organizzare un servizio efficiente e con dei costi sostenibili per le famiglie. Ci tenevo particolarmente a fornire queste informazioni perché tantissimi cittadini, e non solo a mezzo social, mi hanno chiesto informazioni sulla refezione scolastica. Purtroppo questo accade quando prevalgono gli interessi politici su quelli della città ed è l’ennesima dimostrazione che gli scioglimenti anticipati non servono alla comunità che, al contrario, ha bisogno di continuità amministrativa e tempo a disposizione per programmare e per realizzare servizi efficienti. Comunque, state tranquilli che sono già al lavoro e appena avrò notizie sui tempi vi informerò immediatamente.”