Napoli, distruggono la fermata del bus a calci: pezzi di vetro contro una donna e la figlia neonata

Napoli, distruggono la fermata del bus a calci: pezzi di vetro contro una donna e la figlia neonata

“Dopo che ho fatto il video sono stata aggredita verbalmente con parolacce e mi hanno lanciato pezzi di vetro addosso mentre avevo come me la figlia di una mia amica di 8 mesi”, ha dichiarato la donna


NAPOLI – Distruggono la pensilina di una fermata degli autobus a suon di calci mandando in frantumi la vetrata. È successo a Napoli in via Vincenzo Janfolla. A denunciare l’accaduto è una cittadina che si è rivolta al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli:

“Dopo che ho fatto il video sono stata aggredita verbalmente con parolacce e mi hanno lanciato pezzi di vetro addosso mentre avevo come me la figlia di una mia amica di 8 mesi. Grazie a Dio non ci siamo fatte niente.”

“Abbiamo inviato il filmato alle forze dell’ordine per far sì che questi delinquenti vengano individuati, denunciati e puniti in maniera esemplare e facendo in modo che si intervenga anche sulle loro famiglie, evidentemente incapaci sinora di impartire una corretta educazione. Questa dovrebbe essere la regola: se dei minori infrangono le regole e danno vita ad atti violenti, bisogna colpire i loro genitori. Solo così si può interrompere questa catena di violenza e di diseducazione che sta rendendo la nostra società invivibile.”- le parole di Borrelli.

GUARDA VIDEO