Napoli, negoziante non paga il pizzo e viene aggredito davanti all’asilo della figlia: presi i due colpevoli

Napoli, negoziante non paga il pizzo e viene aggredito davanti all’asilo della figlia: presi i due colpevoli

L’ultima aggressione risale invece al 28 settembre, quando è stato picchiato a colpi di casco all’interno del suo negozio


NAPOLI – Si era rifiutato di pagare il pizzo, questa l’unica colpa di un commerciante della zona del mercatino di via Cerlone a Fuorigrotta, che è stato aggredito davanti all’asilo della figlia, sotto gli occhi impauriti della moglie e della stessa bambina, ma anche dei tanti piccoli alunni dell’asilo e dei loro genitori, è stato picchiato ancora, questa volta a colpi di casco, all’interno nel suo negozio, aggressione che risale al 28 settembre.

Lui però non si è lasciato intimidire: ha denunciato anche le aggressioni, portando al fermo di indiziato di delitto di due persone. E sono stati presi. Si tratta di due fratelli: Mariano e Alvino Frizziero (rispettivamente classe 78 e 83). I due sono accusati di estorsione continuata e lesioni, aggravati dal metodo mafioso.