Napoli, operazione ‘Alto impatto’ nel rione Traiano: arresti e sequestri

Napoli, operazione ‘Alto impatto’ nel rione Traiano: arresti e sequestri

Sul posto il prezioso supporto delle unità cinofile


NAPOLI – I Carabinieri della Compagnia di Napoli Bagnoli sono stati impegnati questa mattina in un servizio alto impatto disposto dal Comando Provinciale. Via Tertulliano e viale Traiano nella morsa dei controlli. Sul posto il prezioso supporto delle unità cinofile.
Durante le operazioni i Carabinieri hanno tratto in arresto un 49enne pregiudicato che è stato trovato in strada in violazione delle prescrizioni imposte dalla misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel Comune di Napoli a cui era sottoposto.
Denunciati in stato di libertà 8 persone tutte già note alle ffoo. Sono tutti stati ritenuti responsabili del reato di violazione di sigilli. Gli 8 – tra cui anche una donna – si trovavano all’interno di scantinati condominiali già sottoposti a sequestro perché utilizzati per l’attività di spaccio di sostanze stupefacenti. Segnalate 5 persone alla prefettura quali assuntori abituali di stupefacenti.

Rinvenuti e sequestrati all’interno di aiuole ed intercapedini presenti su muri perimetrali delle abitazioni 1 pistola marca Beretta modello Cougar calibro 9×21 con matricola abrasa carica di 7 proiettili, altri 204 proiettili di vario calibro, 216 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana e 210 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish.

I militari dell’Arma hanno arrestato anche altre 4 persone in esecuzione di un provvedimento emesso dall’Ufficio Esecuzione Penale dalla Corte di Appello di Napoli per associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti.
I carabinieri hanno notificato l’ordine di carcerazione a Rosa Pisa, 59enne del posto che era agli arresti domiciliari, e condotta in carcere. La donna dovrà scontare la pena residua di 7 anni e 4 mesi. Stessa sorte per Antonietta Esposito, 37enne del posto già nota alle ffoo. I carabinieri hanno eseguito l’ordine di carcerazione ed ora la signora dovrà scontare 6 anni e poco più di 4 mesi.
Nel mirino del Tribunale di Napoli pure 2 uomini. Si tratta di Alfonso Pisa e Luigi delle Donne, cittadini del rione traiano già noti alle ffoo rispettivamente di 51 e 58 anni.
I Carabinieri hanno tradotto i 2 presso il carcere di Poggioreale e dovranno espiare la pena residua. Per Pisa 3 anni e 5 mesi mentre per delle donne la pena da scontare è di 5 anni e 8 mesi.