Napoli, tra la refurtiva anche pc rubati da scuole: arrestato presunto ricattatore

Napoli, tra la refurtiva anche pc rubati da scuole: arrestato presunto ricattatore

A suscitare perplessità negli agenti era stato un gesto: il 41enne, alla vista dei poliziotti, aveva riposto di fretta un oggetto in borsa


NAPOLI – C’erano anche computer rubati da alcune scuole tra il materiale informatico che gli agenti del commissariato Vicaria Mercato di Napoli hanno scoperto a casa di Mohammed Dellah, un marocchino di 41 anni fermato con l’accusa di ricettazione e denunciato per resistenza a Pubblico Ufficiale e ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato. L’uomo era stato notato la mattina dello scorso 25 ottobre dalla Polizia in piazza Nolana.

La ricostruzione

A suscitare qualche perplessità negli agenti è stato un gesto: il 41enne, quando ha visto i poliziotti, si è affrettato a riporre un oggetto nella sua borsa, prima di allontanandosi piuttosto celermente. I poliziotti lo hanno deciso così di perquisirlo: nella borsa aveva 4 pc portatili – sui alcuni dei quali c’erano targhette per l’inventario di alcuni istituti scolastici – e 3 consolle per videogame. A questo punto si è reso necessario perquisire la sua abitazione, che si trova in via Circumvallazione Esterna ad Arzano (Napoli): lì sono state trovate altre 22 consolle per videogame, 5 tablet, 2 smartphone, altri 5 pc portatili e 600 euro. Il fermo disposto dalla Ps oggi è stato convalidato dall’Autorità Giudiziaria.