Nuovo impianto di trattamento rifiuti a Ponte Riccio: depositato il ricorso contro la realizzazione

Nuovo impianto di trattamento rifiuti a Ponte Riccio: depositato il ricorso contro la realizzazione

Un’ottima notizia per le comunità da tempo combattono contro una non sempre idonea gestione dello smaltimento rifiuti nella zona di Taverna del Re


GIUGLIANO / QUALIANO – La notizia della costruzione di un nuovo impianto di trattamento rifiuti a Ponte Riccio aveva gettato nello sconforto molte comunità dell’Area Nord di Napoli, tra tutte quelle di Giugliano e Qualiano, che da tempo hanno a che fare con le problematiche relative ad una non sempre idonea gestione dello smaltimento rifiuti nella zona di Taverna del Re. Ebbene risale a poco fa una notizia, rilasciata dal Comitato Kosmos, che apre ai cittadini nuovi orizzonti di speranza.

L’annuncio su Facebook

“La notizia che molti attendevano, la fine di un iter e l’inizio di un percorso molto più lungo e arduo. Stamattina l’Avv. Costanzo, che è accanto al comitato dalla prima ora con la sua competenza e professionalità, ha formalmente depositato l’intervento ad adiuvandum al ricorso già presentato dal Comune di Qualiano per esprimere contrarietà alla scelta regionale di collocare a Ponte Riccio un nuovo impianto di trattamento rifiuti, destinato allo spacchettamento delle balle di Taverna del Re.

Il coraggio di tantissimi uomini e donne liberi che hanno deciso di unirsi a questa battaglia per la vita, e che hanno abbracciato la causa e la mission del comitato kosmos, è stata di ispirazione anche per diverse amministrazioni locali che in queste ore stanno facendo altrettanto, eco del grido di dolore delle comunità che rappresentano e che rifiutano un destino di degrado e morte, opponendosi formalmente presso il TAR.

Confidiamo nella giustizia, confidiamo nelle considerazioni dell’Istituto superiore di Sanità, confidiamo nella oggettiva insostenibilità ambientale di cui ci facciamo carico ogni giorno pagandone un prezzo altissimo in termini di salute, in termini di vivibilità e in termini di svalutazione economica del territorio. Siamo motivati e determinati, vogliamo la ristrutturazione ecologica dei nostri territori e siamo grati alle tantissime comunità che in questi mesi si stanno abbracciando per sperare e costruire insieme un futuro dignitoso!”, si legge sul profilo ufficiale del comitato Kosmos.