Pozzuoli, si chiamava Michele ed era di Qualiano l’uomo schiacciato e ucciso dal trattore

Pozzuoli, si chiamava Michele ed era di Qualiano l’uomo schiacciato e ucciso dal trattore

L’uomo si trovava da solo quando il mezzo, per cause ancora da accertare, potrebbe essersi incastrato in una buca e si sarebbe quindi ribaltato per questo motivo


QUALIANO/POZZUOLI – Era di Qualiano l’operaio deceduto dopo essere stato schiacciato da un trattore a Pozzuoli. Si chiamava Michele D’Alterio, aveva 72 anni, e da tempo gestiva un terreno agricolo, situato nella zona di Licola, di proprietà della Curia. L’uomo si trovava da solo quando il mezzo, per cause ancora da accertare, potrebbe essersi incastrato in una buca e si sarebbe quindi ribaltato. Un parente, a quel punto, ha chiamato subito i soccorsi ma, purtroppo, i Vigili del Fuoco, 3 ambulanze ed un’auto medica non sono riusciti a salvare D’Alterio. L’uomo era da solo quando si è verificata la tragedia, mercoledì scorso, sulla quale indaga la Polizia di Pozzuoli.

Questo il post sul gruppo Facebook “La Voce di Qualiano” in ricordo dell’uomo:

“Si chiamava Michele D’Alterio ed era un agricoltore di 72 anni. È morto in un incidente sul lavoro nelle campagne di Pozzuoli, tra Licola e Monterusciello. Residente a Qualiano, da anni curava un vigneto di proprietà della Diocesi di Pozzuoli in via Trepiccioni.

Si stava dedicando ai lavori di pulizia del fondo dopo la vendemmia. Il pesante mezzo si è ribaltato e l’uomo è rimasto schiacciato, perdendo la vita.

Ci stringiamo con un abbraccio intorno alle famiglie colpite da questa tragedia. Condoglianze da parte di tutto il gruppo La Voce di Qualiano – Il Gruppo”.

LEGGI ANCHE:

Tragedia a Pozzuoli, agricoltore muore schiacciato dal suo trattore: lavorava alla potatura in un terreno