Rapina in pizzeria a Casavatore, i malviventi erano lì per uccidere: era una copertura

Rapina in pizzeria a Casavatore, i malviventi erano lì per uccidere: era una copertura

I militari stanno eseguendo decine di perquisizioni presso le abitazioni di pregiudicati schedati


CASAVATORE – Rapina al ristorante ‘Un posto al Sole’ di Casavatore: indagini serrate quelle condotte dai Carabinieri del comando provinciale di Napoli, insieme ai colleghi della Compagnia di Casoria e alla tenenza di Casavatore per identificare i responsabili.

La rapina a mano armata è stata messa a segno tra i circa duecento clienti che sabato sera cenavano tra i tavoli del ristorante. I malviventi, da come si vede dal video diventato virale sui social, hanno puntato un fucile anche in faccia ad un bambino. I militari, come riportato da Il Mattino,  stanno eseguendo decine di perquisizioni presso le abitazioni di pregiudicati schedati come rapinatori tra la stessa Casavatore, Secondigliano e Arzano. Si sospetta che la rapina – anomala per dinamica e altri elementi – fosse solo una copertura per una missione di morte e questo spiegherebbe l’utilizzo di quel genere di armi pesanti, quasi mai utilizzate per questo tipo di reato perché impacciano non poco i movimenti.