Rischio infiltrazioni camorristiche: al Comune di Torre Annunziata arriva la commissione d’accesso del Viminale

Rischio infiltrazioni camorristiche: al Comune di Torre Annunziata arriva la commissione d’accesso del Viminale

L’arrivo dell’antimafia era stato richiesto a maggio scorso dopo l’arresto di un dirigente comunale


TORRE ANNUNZIATA – Al Comune di Torre Annunziata si è insediata ieri la commissione di accesso. Ai commissari del Viminale, nominati dall’ex prefetto di Napoli, Marco Valentini, il compito di controllare gli atti prodotti dall’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Vincenzo Ascione dal 2017 ad oggi.

L’obiettivo sarà dunque verificare la possibilità di infiltrazioni camorristiche all’interno della casa comunale che possano aver influenzato determinate decisioni. La commissione era stata richiesta da diversi esponenti politici in seguito all’arresto dell’ex dirigente dell’ufficio Tecnico: l’uomo era finito in manette per aver ricevuto una mazzetta da 10mila euro relativa a lavori di adeguamento di alcuni istituti scolastici alle norme anti Covid.