Sabato sera da incubo nel bresciano: esplode colpo di fucile e ammazza per errore la sorellina

Sabato sera da incubo nel bresciano: esplode colpo di fucile e ammazza per errore la sorellina

Il 13enne stava mostrando il fucile a sua sorella insieme al padre, quando ha premuto il grilletto colpendola in pieno petto


BRESCIA –  E’ stata una vera e propria notte di dramma a San Felice del Benaco, nel bresciano, dove una 15enne è morta per errore perchè uccisa dal suo stesso fratello. Non è stato il padre, infatti, Roberto Balzaretti, 57 anni, ex assessore, come si era creduto all’inizio, a far partire il colpo di fucile. Bensì il figlio tredicenne, Giacomo. Una tragedia nella tragedia, dunque. La ragazzina, Viola, è morta sul colpo, non c’è stato più nulla da fare. La prima ricostruzione dell’assurdo evento è emersa dall’interrogatorio del padre, provato e palesemente sotto choc, che è stato sentito durante il corso della notte dal pubblico ministero di Brescia Carlo Milanesi.Padre e figlio stavano mostrando il fucile alla ragazzina quando il 13enne ha premuto il grilletto colpendo la sorella in pieno petto, ha raccontato.