Secondigliano, 10 arresti nel clan Marino: indagata anche Tina Rispoli, moglie di Tony Colombo

Secondigliano, 10 arresti nel clan Marino: indagata anche Tina Rispoli, moglie di Tony Colombo

La vedova del boss Marino sarebbe stata coinvolta nella gestione del clan e della cassa comune


SECONDIGLIANO – Pentimenti e intercettazioni hanno dato il via alla retata nella periferia nord di Napoli. 32 gli indagati, 10 gli arresti disposti e 9 eseguiti. Il terribile e sanguinario clan Marino è finito così nel mirino degli inquirenti. Le accuse principali, stando a quanto emerge dal provvedimento firmato dal gip Anna Tirone, sono quelle di associazione mafiosa e traffico di droga. Della prima accusa rispondono Roberto Manganiello, Maddalena Imperatore, Lorenzo Celentano, Mariano Isaia, Luigi Cioffi, Gaetano Magro, Crescenzo Marino, Mario Attrice, Immacolata Rispoli, Salvatore Sanges, Raffaele Barretta Francesco Montemurro e Marco Scaglione ritenuti tutti coinvolti negli affari della cosca che è capeggiata dai fratelli Marino. Gli altri indagati devono invece rispondere di spaccio e detenzione di droghe di ogni tipo. Manganiello e Imperatore, in particolare, le figure apicali del clan.

La chiacchieratissima Tina, attualmente moglie e manager del noto cantante neomelodico Tony Colombo, nonché vedova del boss Gaetano Marino, sarebbe stata coinvolta nella gestione del clan e della cassa comune. Le indagini, sfociate ieri nelle misure, erano partite da un tentato furto di Rolex avvenuto nel quartiere della periferia nord di Napoli; la Polizia, coordinata dalla Procura, ha ricostruito gli organigrammi di due gruppi che si occupavano dello spaccio di droga nelle zone di Cappella a Pontenuovo, Case Nuove e Gianturco.