“Siete un cancro per il palazzo”, coppia gay denuncia i condòmini

“Siete un cancro per il palazzo”, coppia gay denuncia i condòmini

Le liti erano iniziate per alcuni lavori e per il cambio di amministratore, ma poi erano sfociate in vere e proprie minacce


TORINO – Minacce, insulti omofobi fino ad arrivare al danneggiamento dell’auto. È quanto ha subito una coppia gay di Torino che nei giorni scorsi ha denunciato ai carabinieri il clima di terrore in cui sono costretti a vivere nel palazzo in cui risiedono, nel quartiere ‘Barriera di Milano’.

E ancora insulti. Oggi la decisione di rivolgersi ai carabinieri. Torino è la città dei diritti. Lo diciamo sempre perché in questa direzione amministrazioni e associazioni cittadine si sono sempre mosse e spese, diventando un faro anche a livello nazionale. Questi episodi, però, ci indicano come non si debba mai dare niente per scontato. Non è accettabile che una discussione tra vicini diventi terreno per l’omofobia”, commenta Chiara Foglietta, la consigliera comunale di Torino da sempre in prima fila nella lotta per i diritti LGBTQ+. “Cercherò di mettermi in contatto con la coppia fin da subito per dare il mio sostegno di persona”, conclude Foglietta.

“Anno 2021 e i cancri da estirpare rimangono l’odio e l’ignoranza”. Così, su Twitter, la sindaca di Torino Chiara Appendino commenta la vicenda. La prima cittadina riprende, per respingere con fermezza, alcune delle parole usate contro la coppia definita, tra l’altro, “il cancro del palazzo”.