Sindaci riuniti per l’ambiente a Giugliano, Kosmos: “Un primo importante passo”

Sindaci riuniti per l’ambiente a Giugliano, Kosmos: “Un primo importante passo”

Dalla riunione è emersa la volontà delle parti in causa di porre in essere tutte le opportune strategie per arginare la devastazione ambientale


GIUGLIANO – Ieri sera nell’aula consiliare del Comune di Giugliano si è svolta la conferenza stampa per l’ambiente a cui hanno partecipato quasi tutti i Sindaci dell’area a nord di Napoli e sud di Caserta, la Chiesa Diocesana con il Vescovo, unitamente al Comitato Kosmos che ha promosso e voluto fortemente questo incontro, in continuità alla mobilitazione generale del 26 settembre u.s..

Dalla riunione è emersa la volontà delle parti in causa di porre in essere tutte le opportune strategie per arginare la devastazione ambientale che imperversa nel comprensorio giuglianese/aversano, cominciando a lavorare insieme concretamente per ottenere la riconversione ecologica dell’intero comprensorio.

In primis, si è evidenziata la partecipazione ad adjuvandum al ricorso presentato dal Comune di Qualiano, anche dei Comuni di Parete e di Giugliano unitamente a quello in fase di presentazione del comitato Kosmos, contro la realizzazione di un ulteriore impianto di tritovagliatura nella ex centrale Turbogas Enel. Auspichiamo che anche gli altri comuni presentino presto la loro opposizione. Quindi un primo passo verso la nascita di un grande fronte del NO alla realizzazione di ulteriori impianti su un territorio già fortemente compromesso sotto il profilo sanitario/ambientale. Sul fronte dei Miasmi, è stata affrontata la tematica emersa dalla nota dell’ARPAC con cui si denuncia la presenza di ben 20 impianti della zona ASI che presentano irregolarità, tali da produrre quelle esalazioni fetide e nauseabonde che negli ultimi tre mesi hanno ammorbato le case dei cittadini di tutto questo territorio.

Si noti che, nella relazione dell’Arpac è stata indicata quale possibile concausa delle esalazioni la massiccia concentrazione in una stessa area di impianti che trattano la lavorazione dei rifiuti ma, allo stesso tempo, NULLA è stato fatto in concreto per porvi rimedio in maniera celere. Dalla riunione è emersa anche la volontà di costituire una Consulta Ambientale Permanente Intercomunale e Interistituzionale attraverso la sottoscrizione di un “patto di azioni” mirate e congiunte per tutelare questo territorio da eventuali ulteriori scempi da parte della Regione Campania o di altri soggetti. Pertanto, ieri sera è stato mosso un primo importante passo fattivo, verso quella ristrutturazione ecologica che noi di Kosmos abbiamo elevato a nostro obiettivo principale! ALZIAMO LA TESTA! per il riscatto della nostra terra.