Terra dei fuochi, nuova operazione interforze nella provincia di Caserta: denunce e sanzioni

Terra dei fuochi, nuova operazione interforze nella provincia di Caserta: denunce e sanzioni

L’action day messo in campo per contrastare l’abbandono di rifiuti e i roghi tossici


CASERTA – Nuovo action day nel Casertano nella lotta al fenomeno della Terra dei Fuochi. Smaltimenti illecito di rifiuti e roghi tossici i due elementi su cui forze dell’ordine, Municipale ed Esercito si stanno concentrando ormai da tempo con diverse operazioni. Il tutto secondo una pianificazione delle Prefetture di Napoli e Caserta e delle due Questure dietro le indicazioni dell’Incaricato per il contrasto al fenomeno dei roghi tossici.

In campo, nel Casertano, sono intervenuti il Raggruppamento Campania dell’Esercito su base Reggimento Cavalleggeri “Guide” (19°), Polizia di Stato di Afragola (Na), Carabinieri Forestali di Napoli, Carabinieri di Casoria (Na), Carabinieri di Arpino (Na) R.O.A.N. Guardia di Finanza di Napoli, Guardia di Finanza di San Giovanni (Na), Polizia Metropolitana di Napoli, Polizia Municipale di San Giovanni (Na), Ispettorato Centrale repressione frodi Italia Meridionale, Polizia di Stato di Santa Maria Capua Vetere (Ce), Guardia di Finanza Territoriale di Capua (Ce), Carabinieri Forestali di Marcianise (Ce), Polizia Provinciale di Caserta (Ce), ARPAC di Caserta.

Con loro anche i droni a supporto delle pattuglie di terra, per poter individuare le aree più a rischio. Si tratta dell’assetto RAVEN e del R.O.A.N. della Guardia di Finanza di Napoli. Occhi dall’alto, dunque, per raggiungere rapidamente l’obiettivo di isolare le zone a rischio, come detto, evitando il proliferare di nuove possibili discariche.

In totale all’operazione hanno partecipato 23 equipaggi  per un totale di 53 unità, che hanno controllato 10 attività imprenditoriali e commerciali. Il risultato delle operazioni è stato di un’attività sottoposta a sequestro, 62 persone identificate, di cui 2 denunciate e sanzionate, 52 veicoli controllati, 200 mq di aree sequestrate. Le sanzioni comminate sono state pari ad un totale di 18.265,00 euro.