Timbravano il cartellino senza lavorare: prime condanne per 27 furbetti dell’Asl di Avellino

Timbravano il cartellino senza lavorare: prime condanne per 27 furbetti dell’Asl di Avellino

In 6 sono stati assolti per non aver commesso il fatto; le accuse sono di falso ideologico e truffa


AVELLINO – Timbravano il cartellino senza però lavorare. Arrivano le prime condanne per 27 tra dipendenti ed ex dipendenti dell’Asl di Avellino. E’ questo il risultato del processo di primo grado tenutosi nei confronti di 33 persone delle quali in 6 sono state assolte per non aver commesso il fatto. Le condanne vanno dai 9 ai 13 mesi per i reati di falso ideologico e truffa. Per ognuno di loro prevista anche una condanna ad un risarcimento all’Asl che verrà poi stabilito in sede civile.

L’inchiesta era iniziata 6 anni fa ed ha fatto leva sulle immagini delle telecamere nascoste installate dalle forze dell’ordine all’interno dell’Azienda sanitaria. Dopo il rinvio a giudizio, gli indagati vennero sospesi subito dal loro posto di lavoro.