Tragedia ad Acerra, infermiere muore a 30 anni nel sonno. Era anche un noto arbitro

Tragedia ad Acerra, infermiere muore a 30 anni nel sonno. Era anche un noto arbitro

Il giovane lavorava a Roma


ACERRA – Enorme dolore ad Acerra. E’ deceduto a soli 30 anni un giovane infermiere, Remigio Bova, originario del napoletano, ma occupato a Roma come infermiere strumentista presso il Policlinico Umberto I.

Stando a quanto emerso il giovane è deceduto nel sonno, probabilmente per un malore improvviso. La tragica scoperta è stata fatta nella giornata di ieri.  Oltre ad essere un ottimo infermiere, Remigio è stato per 10 anni arbitro di serie C di pallacanestro. Decine i messaggi da colleghi e amici.

“La pallacanestro italiana ha perso Remigio Bova, giovane arbitro napoletano, che si è “addormentato definitivamente” nel sonno. Remigio ci ha accompagnato per diversi anni nelle nostre domeniche in campo, sempre con il sorriso e il suo saper fare, con la bonomia che lo caratterizzava. Ci mancherà. Il Presidente Roberto Tartaglione e tutto il Meta Formia Basketball pieni di dolore, lo vogliono ricordare con queste foto e porgono le più affettuose condoglianze alla famiglia Bova. Riposa in pace Remigio.” scrive Formia Basketball sul profilo ufficiale della squadra.