Trovato morto l’alpinista scomparso da sabato sul Monviso dopo aver raggiunto la vetta

Trovato morto l’alpinista scomparso da sabato sul Monviso dopo aver raggiunto la vetta

Decine di soccorritori sono stati mobilitati per le ricerche che si sono concluse stamattina con la scoperta del corpo


TORINO – Trovato morto l’alpinista di 34 anni disperso da sabato pomeriggio sul Monviso. I tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese hanno individuato il cadavere sul versante nord della montagna, oltre 400 metri a valle della cresta nord ovest che l’uomo stava forse percorrendo al momento dell’incidente. Dopo la constatazione del decesso e l’autorizzazione alla rimozione della salma, il corpo è stato recuperato dall’eliambulanza e consegnato ai carabinieri di Casteldelfino (Cuneo) per le operazioni di Polizia Giudiziaria. Alle operazioni hanno collaborato il Soccorso Alpino della Guardia di Finanza e i Vigili del Fuoco.

Ha raggiunto la cima del Monviso intorno alle 15, l’alpinista – che lavorava come operaio alla Michelin di Cuneo e abitava a Villar San Costanzo vicino a Dronero – aveva avvertito la famiglia che avrebbe trascorso la notte nel bivacco. L’allarme è scattato domenica quando l’uomo non si è presentato per il turno di lavoro che cominciava alle 14. Decine di soccorritori sono stati mobilitati per le ricerche che si sono concluse stamattina con la scoperta del corpo.