Afragola, Caiazzo boccia la nuova giunta: “Basso profilo e imbarazzante”

Afragola, Caiazzo boccia la nuova giunta: “Basso profilo e imbarazzante”

“E giustamente anche sulla composizione della giunta ha fatto capire chi è che detta politicamente la linea guidando l’alleanza e la città”, ha dichiarato Caiazzo


AFRAGOLA – Il consigliere d’opposizione, Antonio Caiazzo, definisce la giunta nominata dal sindaco Antonio Pannone: “cadente sul piano delle professionalità e delle competenze. Imbarazzante sotto il profilo politico.

IL POST

“Il sindaco Antoio Pannone ha nominato la nuova giunta. Scadente sul piano delle professionalità e delle competenze. Imbarazzante sotto il profilo politico. Ma si tratta di una giunta che con coerenza è lo specchio dell’unico vero vincitore della tornata elettorale Amministrativa: l’ex senatore Vincenzo Nespoli. E giustamente anche sulla composizione della giunta ha fatto capire chi è che detta politicamente la linea guidando l’alleanza e la città.
Lunedì in aula articolerò i concetti in modo ampio perché ormai è chiaro a tutti che Pannone è stato commissariato prima ancora di iniziare con la nomina del parlamentare Pina Castiello a vicesindaco e con quella di Mauro Di Palo assessore; i fedelissimi di Nespoli nell’esecutivo. Messaggio chiaro e inequivocabile, come detto, alla città e a tutta la classe politica.
Per il resto si tratta di una giunta anonima, né di esperti in materia, poi mi spiegherete cosa c’entra un architetto alle Politiche sociali oppure un dirigente scolastico ai Lavori pubblici; né politicamente autorevole perché nessun esponente di spicco ha ricevuto deleghe se non, come detto, i due fedelissimi del senatore Nespoli, Castiello e Di Palo.
Mi dispiace per Antonio Pannone che da oggi rischia di essere considerato una sorta di “facente funzioni” o “facente finzioni”, interlocutore di nessuno, né della città né sul piano politico di questa minoranza. Sugli altri nomi e sulle loro esperienze pregresse lasciamo la parola al civico consesso. Ma se il buongiorno si vede dal mattino, Afragola può rendersi già conto di aver perso un’altra opportunità. Inoltre, leggendo la giunta faccio i miei più vivi complimenti ai maggiorenti del centrosinistra che al ballottaggio hanno sostenuto la coalizione di Vincenzo Nespoli consegnando la città agli attuali amministratori.
Hanno avuto paura del cambiamento, parte del centrosinistra ha avuto timore che Afragola potesse essere governata da persone che avevano deciso di rompere con la cabina di regia che per trent’anni ha tenuto in ostaggio la città. Hanno ammazzato il cambiamento e preferito proseguire sulla strada di sempre. Lega e parte del Centeosibistra, due facce della stessa medaglia. Hanno gettato la maschera e non basterà l’ipocrisia o qualche post per ripulire la coscienza.
È chiaro, quindi, che quanto accadrà in questa consiliatura sarà anche “merito” di quei progressisti afragolesi in salsa leghista. Un giorno sarete chiamati dai cittadini a rendere conto delle vostre scelte, per aver anteposto i vostri rancori personali e politici agli interessi della città. Li avete votati al ballottaggio con orgoglio e adesso sentitevi anche rappresentanti da questo esecutivo e da ciò che farà e che non farà per la nostra città. Noi andremo avanti sulla strada del cambiamento. Abbiamo piantato un seme di buon governo e di buona politica, di autonomia e di competenze: ed attenderemo fiduciosi il giorno in cui Afragola sarà matura per un cambiamento radicale. Senza padrini, senza padroni.”