Bollette, ok dal Senato al provvedimento per contenere il rincaro di luce e gas

Bollette, ok dal Senato al provvedimento per contenere il rincaro di luce e gas

Il testo ora passa alla Camera, in prima lettura


NAZIONALE – Caro bollette luce e gas. Il Senato ha approvato con 179 voti a favore, 18 contrari e sette astenuti, il testo del ddl numero 2401, di conversione in legge del decreto-legge n. 130/2021, recante misure urgenti per il contenimento degli effetti degli aumenti dei prezzi nel settore elettrico e del gas naturale. Il testo ora passa alla Camera, in prima lettura.

IL PERCHE’ DELL’AUMENTO

A quanto dovrebbe ammontare il rincaro? Si passa da una media del +29,8% per l’elettricità al +14,4% per il gas. Questo l’aumento dopo la riduzione avvenuta grazie all’intervento del governo, che con un decreto d’urgenza ne ha ridimensionato l’impatto per 29 milioni di famiglie e 6 milioni di microimprese. Senza la misura dell’esecutivo infatti, spiega l’Arera, “le alte quotazioni dei permessi di emissione di CO2, avrebbero portato ad un aumento superiore al 45% della bolletta dell’elettricità e di oltre il 30% di quella del gas”.

L’aumento per la famiglia tipo, spiega Arera, “che ha consumi medi di energia elettrica di 2.700 kWh all’anno e una potenza impegnata di 3 kW; per il gas i consumi sono di 1.400 metri cubi annui, in tutela sarà infatti ridotto a +29,8% per la bolletta dell’elettricità e a +14,4% per quella del gas (grazie anche alla riduzione dell’Iva contenuta nel decreto)”.