Bonus Natale, fino a 1.400 per tutte le famiglie italiane: come ottenerlo e a chi spetta

Bonus Natale, fino a 1.400 per tutte le famiglie italiane: come ottenerlo e a chi spetta

Infatti, l’obiettivo del bonus spesa, quello di aiutare le famiglie che sono chiaramente in difficoltà e che per il periodo natalizio dovrebbero ricevere un supporto economico in più


ITALIA – Arriva il bonus Natalizio per le famiglie in difficoltà. La notizia è stata confermate anche dal premier Draghi, alla conseguente approvazione Decreto Ristori ter. Si è deciso lo stanziamento di circa 500 milioni di euro rivolti alle famiglie in difficoltà. I soldi serviranno per finanziare i bonus spesa.

COME OTTENERE IL BONUS

Come si legge sul portale Trendonline, ci sono delle scadenze da rispettare. C’è tempo fino alla fine del 2021.

L’IMPORTO

I nuclei familiari e potranno ricevere il bonus spesa per ben 2 volta, di conseguenza gli importi potranno essere cumulati fino ad arrivare a 1.400€ di bonus spesa. Per sapere se il vostro comune di residenza ha attivato il bonus spesa, si dovrà  consultare la pagina istituzionale del comune e, nella pagina Avvisi, saranno pubblicate tutte le news in merito.

LE REGOLE

Per accedere al bonus spesa è bisogna essere in possesso  di determinati  requisiti in merito a reddito. Infatti, l’obiettivo del bonus spesa, quello di aiutare le famiglie che sono chiaramente in difficoltà e che per il periodo natalizio dovrebbero ricevere un supporto economico in più.

BONUS SPESA: COME FARE LA DOMANDA E COME RICEVERLO

Buone notizie per i cittadini, arrivano i buoni spesa, rinnovata la misura dal Decreto sostegni bis. Il bonus è accreditato dall’Inps, su voci distinte rispetto alla tredicesima, in modo provvisorio sulla pensione di dicembre, fino a quando l’Ente non verificherà i redditi del 2021 del beneficiario

DI COSA SI TRATTA

Il bonus spesa è una misura che concede alle famiglie in difficoltà di far fronte alle esigenze familiari di prima necessità. Si tratta di persone in stato di bisogno comprovato dai servizi sociale e che si trovano in mancanza di denaro o liquidità a causa il più delle volte della perdita del posto di lavoro. Inoltre i beneficiari non devono essere percettori di altre forme di sostegno pubblico come RDC- REI- NASPI– Indennità di mobilità-Cassa Integrazione Guadagni.

DECRETO

Attraverso il Decreto sostegni bis la misura è stata rinnovata. Ma sono previsti ulteriori agevolazioni per le famiglie. La risorsa finanziaria a disposizione è  pari a 500 milioni di euro che comunque saranno erogati dal Comune attraverso appunto il bonus spesa o che in alcuni comuni come a Catania si chiama Card Spesa.

QUANTO SPETTA AD OGNI COMUNE?

La risorsa finanziaria messa a disposizione per ogni singolo comune dipende da due fattori: l‘indice di povertà ed il numero di abitanti. Le modalità di presentazione delle domande, i requisiti e le modalità di controllo sui richiedenti viene affidato al Sindaco ed al suo staff di ogni comune.

Tuttavia ogni amministrazione presenterà il proprio bando di presentazione, grazie alle nuove misure introdotte dal Decreto Sostegni Bis. Tra questi il Comune di Torino, il Comune di Bologna, il Comune di Siena, il Comune di Piacenza e il Comune di Lecce. E, ancora, i Comuni di Aosta, Udine e Sassari. Si attende il rinnovo dei buoni spesa anche nel Comune di Milano e del Comune di Roma.

A QUANTO AMMONTA IL SINGOLO BUONO?

Ogni richiedente può ricevere un bonus che al massimo arriva a 500-600 euro. Anche se in media si resta sempre attorno ai 300 euro mensili. ll valore del bonus dipende spesso dal numero di persone che compongono il nucleo familiare e dal valore ISEE corrente. Dunque, maggiore è il numero degli elementi della famiglia, maggiore sarà il buono per poter comprare generi alimentari.

BONUS NATALE A QUANTO AMMONTA

Nel 2020 l’importo, introdotto dalla finanziaria del 2001, era di 154,94 euro, cifra intorno alla quale si dovrebbe aggirare anche il contributo di quest’anno. Il bonus spetta per intero a chi percepisce una pensione minore o uguale a 6.695,91 euro, mentre se l’importo complessivo delle pensioni per il 2020 risulta compreso tra 6.695,91 e 6.850,85 euro, al pensionato spetta la differenza tra 6.850,85 euro e l’importo delle pensioni. Oltre la soglia dei 6.850 euro non si ha diritto ad alcuna maggiorazione a dicembre 2021. Il limite di reddito personale che non deve essere superato per ricevere l’importo aggiuntivo è di 10.043,87 euro. Situazione diversa se il pensionato è coniugato; in questo caso, il reddito complessivo tra il titolare della pensione ed il coniuge non deve superare 20.087,73 euro annui.

BONUS NATALE CATEGORIE ESCLUSE

Sono esclusi dal bonus Natale i soggetti titolari di pensione di invalidità civile, di assegni sociali e pensioni sociali, pensioni supplementari, di indennizzi dei commercianti, di pensione e di assegni degli enti creditizi e dei dirigenti d’azienda, di pensioni internazionali non tassate in Italia.

BONUS NATALE QUANDO ARRIVA IL MAXI ASSEGNO

Due le finestre per il maxi assegno e dipende dalla modalità di erogazione della pensione. La mensilità aggiuntiva arriverà prima di tutto ai pensionati che la ritirano direttamente agli uffici postali, nei quali si potranno recare già a partire dal 25 novembre, secondo un ordine alfabetico. Chi invece vede accreditata la somma sul proprio conto corrente, potrà riceverla dall’1 dicembre 2021. EP MEDIA